Tè verde giapponese: Genmaicha

Il Genmaicha è uno dei più noti tè giapponesi, un tè dal sapore inconfondibile e dalla storia affascinante.

Genmaicha tè verde giapponese

Come si prepara

Quantità: 3 g per tazza (circa 200 ml di acqua)
Temperatura: acqua a 85° C
Tempo di infusione: 3 minuti

Particolarità e abbinamenti

Il Genmaicha è un tè bancha (a volte vengono usati anche il più pregiato sencha) speciale e la sua particolarità è che viene arricchito da riso integrale tostato, un elemento in grado di trasformare un classico tè verde giapponese in un prodotto unico. È noto anche come tè popcorn perché a volte, tra le lunghe foglie verdi di questo tè, è presente anche del mais tostato, il popcorn appunto.
Tutto questo fa sì che il Genmaicha, rispetto a un classico bancha, abbia un deciso gusto tostato e di nocciola, soprattutto nel retrogusto. La frutta secca è percepibile anche nell’aroma.

Queste note rendono il tè adatto ad accompagnare formaggi (io l’ho provato con la ricotta), ma anche piatti a base di pesce e carne.

Genmaicha tè verde giapponese

Genmaicha – Accademia Ferri

Proprietà

Il Genmaicha è un tè verde giapponese e condivide le tante benefiche proprietà dei tè verdi. Negli ultimi anni ho letto notizie e interviste di alcuni esperti, tra cui Umberto Veronesi, secondo cui il tè verde giapponese contiene più antiossidanti del tè verde cinese soprattutto se lasciato in infusione per un tempo superiore ai 5 minuti.

 Storia

Secondo la leggenda questo tè è stato creato da un samurai nel XV secolo. L’uomo stava sorseggiando il suo tè mentre studiava una strategia per le truppe quando il servitore, che si chiamava Genmai, per sbaglio rovesciò del riso nella tazza del guerriero. Il samurai perse la testa e uccise il servitore, ma dopo poco si pentì del gesto e da allora bevve solo tè con il riso che, in onore del servo, chiamò Genmaicha.

Altre storie legate a questa bevanda la attribuiscono a un cibo dei poveri, rivalutato nel tempo come è, tra l’altro, è successo anche ad alcune specialità italiane come la piadina che in passato era il companatico di chi non poteva permettersi il pane. Durante la seconda guerra mondiale il riso era un modo per “allungare” la bevanda con un ingrediente economico e presente in abbondanza.
Secondo alcuni, in particolare, sono state le popolazioni più lontane dalle piantagioni a creare questo tè verde che veniva addizionato con il riso per farlo durare più a lungo.

Leggi anche:

Tè nero indiano: darjeeling

Fonte: Tea sommelier di Gabriella Lombardi e Fabio Petroni; www.insiemeate.net
Pubblicato in | 4 commenti

Tè e design al Fuorisalone 2015. Ecco dove

Aprile a Milano significa solo una cosa: design. Ogni anno infatti la città ospita una delle più importanti manifestazioni del settore al mondo, il salone del mobile, è tutta una serie di eventi ispirati a questo mondo nel centro della città, il cosiddetto Fuorisalone. Che siate interessati o no, è quasi impossibile non lasciarsi coinvolgere.

Quest’anno però c’è una novità interessante per noi tealovers. Il Fuorisalone (o come lo chiamano alcuni, la Milan Design Week) ospiterà tutta una serie di appuntamenti anche con il mondo del . Vediamo quali:

Narratè – Tortona Design Week

Credit: Mara Rinaldi

Credit: Mara Rinaldi

Del progetto di food design Narratè avevamo parlato tempo fa e ora abbiamo la possibilità di conoscerlo ancora meglio grazie a una serie di incontri tra tè e libri. Dal 14 al 18 aprile alle ore 17 nella Press Lounge Tortona Design Week sarà possibile assaggiare i primi due blend di Narratè, Expo e Milano in collaborazione con Gnammo.
Non solo. Gli appuntamenti saranno anche l’occasione per conoscere gli autori dei primi due libricini, tra i primi a riconoscere le potenzialità del progetto. Giovedì 16 aprile sarà la volta di Giacomo Biraghi, venerdì 17 di Stefano D’Andrea.

Narratè - Fuorisalone 2015

Flora et decora – Zona Santambrogio

Flora et decora - Chà Tea Atelier

@Chà Tea Atelier

Quest’anno partecipano al Fuorisalone anche la zona Santambrogio e un appuntamento ormai cult della primavera milanese: la mostra-mercato Flora et decora (17-19 aprile nei chiostri della basilica di Sant’Ambrogio). Tra i vari stand troverete anche quello dei tè, degli infusi e delle tisane di Chà Tea Atelier. Per l’occasione la tea room ha preparato anche dei dolcetti a tema… ne ho avuto una piccola anteprima e mi hanno conquistato!
Oltre alla vendita Chà Tea Atelier organizzerà degli incontri di introduzione al mondo del tè e ai suoi colori ogni pomeriggio alle 17.

Flora et Decora 2015

XIE XIE – Brera Design District

XIE XIE

@FiveOclock

Come anticipato, il Fuorisalone accompagnerà il lancio in Italia della linea di tè oolong XIE XIE, un brand che unisce tè di qualità a un design accattivante (anche qui torna il perfetto mix tra tè e libri). Dal 14 al 19 aprile potrete conoscere e assaggiare in anteprima questi tè dalle 16 alle 18 in due showroom: Devon&Devon (via San Marco, 38) e Sacea Recharging Zone (via Soferino, 19).
Da fine aprile XIE XIE sarà in vendita in una particolare location in corso Buenos Aires e più avanti anche in uno showroom in via Manzoni 12, sempre a Milano.

Oltre a questi incontri speciali potrete comprare e bere tè nei migliori negozi e sale da tè della città. Dove? Leggete qui

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

Pasqua 2015, l’uovo di Pasqua per gli amanti del tè

Pasqua 2015

Quest’anno per Pasqua c’è una novità per tutti gli amanti del tè (ma anche per chi ha problemi di intolleranze o sceglie un’alimentazione vegan o light). Ho trovato l’uovo di Pasqua perfetto per tutti i tealovers in ascolto! Si tratta dell’uovo Fabergé della linea Heritage con all’interno 15 bustine in seta di tè verde giapponese proveniente dai giardini di Kagoshima.

Potete scegliere tra sei design diversi ma anche tra due tipi di tè differenti. Infatti all’interno potete inserire bustine di geinmacha (il famoso tè pop corn perché la miscela di bancha è arricchita da riso tostato) o di sencha primaverile.

Originale, no?

Tra l’altro l’uovo è in realtà un contenitore in alluminio decorato e questo è importante per conservare il tè nei migliori dei modi, isolato e al riparo da fonti di luce, di calore o di odori.

So che queste uova di Pasqua per tealovers sono in vendita da Chà Tea Atelier a Milano. Se non siete in zona potete  farvele spedire.

Nel periodo di Pasqua e per tutto aprile non perdetevi la mostra dedicata al mondo del tè a Torino!

Pubblicato in Novità | Lascia un commento

Torino, ad aprile la mostra sul tè

La via del tè, TorinoDopo l’esposizione sulla pianta del tè a Bologna, anche Torino ospita una mostra sulla nostra bevanda preferita, segno che anche in Italia, c’è sempre più interesse per questo liquore di origine orientale. Si intitola La via del tè e sarà presente dal 1° al 30 aprile alla Galleria MADE di Torino (via Lodi 25 E).

L’idea della esposizione nasce nel rispetto di un elemento base della filosofia del tè: la condivisione. Per diffondere la cultura che sta dietro a quella che può sembrare una semplice tazza è nata La via del tè, un percorso che indaga ogni sfumatura di questo mondo, dalla storia alla geografia, dall’arte alla degustazione. Qualcosa di simile a quello che c’è stato a Parigi qualche anno fa.

Si perché la mostra coinvolge tutti i sensi: potrete vedere fotografie e filmati, ascoltare musiche, toccare, annusare e assaporare tè attraverso specifici laboratori e seminari.

Programma eventi

  • 11 aprile ore 14.30: degustazione guidata di tè cinesi a cura di Elena Giovanelli dell’Associazione Italiana Cultura del Tè. Prezzo: 20 euro. Info/prenotazioni: 348 2480 657 – cinquefogliedite@gmail.com
  • Sabato 18 aprile ore 15: a cerimonia giapponese del tè eseguita dalla maestra di cerimonia Chiyuki Mitsumori. Prezzo: 15 euro. Info/prenotazioni: 333 9860 668
  • Domenica 19 aprile ore 15: i tè aromatizzati. Prezzo: 15 euro. Informazioni/prenotazioni: 011 835575 – info@anciennemaisonduthe.com
  • Sabato 25 aprile ore 14.30: storia e tradizioni legati all’afternoon tea. Prezzo: 20 euro (comprende le degustazioni di tè e i tipici biscotti inglesi). Info/prenotazioni: 393 0010 510
  • Domenica 26 aprile ore 14.30: i colori del tè – corso introduttivo al tè a cura della tea taster Eleonora Murdaca. Prezzo: 20 euro. Info/prenotazioni: 393 0010 510

Biglietto

Ingresso libero. Gli eventi sono a pagamento e richiedono la prenotazione.

Orari

Dal lunedì al venerdì (escluso il martedì): dalle 15:00 alle 20:00 (Martedì chiuso)
Weekend: dalle 10:00 alled 12:30 e dalle 16:30 alle 20:00
Pasqua (4 – 6 aprile): alle 10:00 alled 12:00 e dalle 15:00 alle 20:00

Per ulteriori informazioni: www.lartedelte.com

Pubblicato in Notizie dal mondo | 1 commento

Pane con pasta madre aromatizzato al lapsang souchong

Grazie a un corso sulla pasta madre a California Bakery sono entrata nel mondo della lievitazione naturale ed è stata una piacevolissima scoperta. Preparare il pane in casa, coltivare il proprio lievito è davvero un gesto d’amore così come preparare una tazza di controllando la temperatura dell’acqua, la quantità di foglie necessarie, il tipo di tazza, ecc…

Perché allora non unire le due cose? Ecco la ricetta del pane aromatizzato al tè

pane - ricetta

Pane con pasta madre aromatizzato al lapsang souchong

100 g farina integrale

200 g farina buratto

100 g di pasta madre

12 g di foglie di tè lapsang souchong

100 g di acqua minerale naturale

un pugno di semi di girasole (ma anche le noci ci stanno bene)

10 g di olio extravergine d’oliva

un cucchiaino di sale

Preparate il tè lasciando in infusione per 10 minuti 100 g di acqua con 12 g di foglie di lapsang souchong.

In una ciotola mescolate le farine, unite il sale, il tè, l’olio la pasta madre e i semi di girasole e impastate.

Lasciate lievitare per tre ore a una temperatura che si aggira intorno a 26° C.

Trascorso il tempo necessario impastate nuovamente e fate lievitare per altre tre ore.

Cuocete infine il pane per 10 minuti a temperatura massima e per una ventina di minuti a 180° C.

Vi consiglio di assaggiare questo pane al mattino con un cucchiaino di miele d’acacia o come aperitivo con una fettina di formaggio asiago, un pizzico di sale e di pepe nero e un filo d’olio extravergine d’oliva.

Pubblicato in Cucina | Lascia un commento

Quanto tè bevono gli italiani?

Quanto tè bevono gli italiani? È una domanda che mi sono fatta spesso visto che l’Italia è il Paese dell’espresso e del cappuccino e dove quanto dici “non bevo caffè” vieni vista come un alieno.
In ogni caso ci sono anche italiani che bevono tè e lo possiamo vedere dalla tabella del consumo di cibo in Italia in tempo reale pubblicata sul sito di Quandoo.it, servizio online per prenotare ristoranti (di qualsiasi tipo, dall’agriturismo ai locali stellati) nella propria città.

Il consumo giornaliero di tè in Italia equivale a 11,549.233 kg e sul portale potete vedere scorrere il risultato in tempo reale. Ecco giusto un frame per avere un’idea:

Quanto tè bevono gli italiani

Interessante è anche vedere la quantità di tè bevuta dagli inglesi. Il caffè, soprattutto tra le nuove generazioni, sta prendendo piede ma nella terra della regina spopolano ancora le bustine di tè (191,486,777.260 al giorno secondo la tabella di Quandoo Uk).

Quanto tè bevono gli inglesi

I dati che avete visto fanno parte di uno studio della Commissione Europea dal titolo “Cibi: dalla fattoria alla forchetta”. Naturalmente si parla di stime ma sono comunque interessanti per avere un’idea generale del fenomeno.

Pubblicato in Novità | Lascia un commento

XIE XIE, nasce un nuovo approccio al tè oolong

Xie XieIn Italia, ormai, quando si parla di tè si parla quasi sempre di tè verde ma il mondo di questa bevanda è estremamente ampio e interessante. XIE XIE, così specifico sul tè oolong, così elegante, pratico e glamour può essere un buon modo per far conoscere un altro aspetto di questa variegata realtà.

Ma facciamo un passo indietro: che cosa è XIE XIE? È un brand di tè specializzato in oolong, dal design molto particolare, un design che, dopo il progetto NarraTè, conferma nuovamente il legame tra tè e libri. La confezione, esternamente, sembra infatti un libricino, le cui pagine sono costituite dalle bustine.

Le foglie di tè contenute subiscono un trattamento particolare: vengono essiccate e poi mescolate con erbe e fiori tipicamente europei come camomilla, mirto, petali di rosa, ma anche con profumi e sapori mediterranei ed esotici. In questo modo, l’aromatizzazione avviene in modo naturale, senza aromi aggiunti.

XIE XIE (che dal cinese significa “grazie”) è disponibile nelle versioni zenzero e mirto, camomilla e citronella con scorze d’arancia, alla rosa, alla menta con liquirizia e fiordaliso, un blend con tè nero e due puri: oolong torrefatto a carbone e oolong delicato.

Xie Xie con petali di rosa

XIE XIE con petali di rosa

XIE XIE può subire sia l’infusione a freddo che a caldo.

Sarà disponibile in Italia da aprile 2015 e sicuramente sarà in vendita in un concept store in corso Buenos Aires a Milano.

XIE XIE sarà inoltre partner del Brera Design District durante il salone del mobile 2015 (14 – 19 aprile) con tea time organizzati in particolari showroom. Ecco gli eventi in programma:

  • Devon&Devon (via San Marco 38)
    degustazione dalle 16 alle 18
  • Sacea Recharging Zone – cortile dell’ordine degli architetti (via Soferino 19)
    degustazione dalle 16 alle 18
Pubblicato in | Contrassegnato | 1 commento