Ricette di Natale

Cosa c'entrano le ricette di Natale con il tè? Non è forse questo il momento dell'anno in cui siamo più alla ricerca di proposte culinarie? Secondo me sì. È il periodo in cui sono tanti i piatti della tradizione ma ogni tanto è anche bello uscire fuori dagli schemi e cucinare qualcosa di più originale. Perché allora non farlo con il tè o in abbinamento a una tazza di tè?

Ricette di Natale

Natale, e più in generale l'inverno, è anche il momento dell'anno il tè è più abituale. Capita spesso di berlo da soli o di condividere la propria tazza con gli amici e i parenti. Per tutti questi motivi la cucina di Five O clock ogni anno vi propone allora delle speciali ricette di Natale. Troverete in questo blog sia proposte dolci chee salate da accompagnare a tè e tisane natalizie, ma anche a tè puri. In più scoprirete come è facile e divertente cucinare piatti in cui il tè è presente come ingrediente, come elemento che rende più magica l'atmosfera del Natale.

Il pandoro è un dolce di Natale che piace sia a grandi che a piccini… ma avete provarlo a renderlo più goloso con una crema pasticcera al tè matcha? Ecco una ricetta semplice e originale per servire il pandoro in modo diverso o per riciclarlo dopo le festività natalizie!

 

Millefoglie di pandoro con crema pasticcera al matcha

(per 6 persone)

1 pandoro (o sei pandorini come ho fatto io)

1 cucchiaio di tè verde matcha

600 ml di latte parzialmente scremato

100 g di zucchero

4 tuorli (in ottica anti-spreco, facciamo le meringhe con gli albumi?)

scorza di un limone (c’è chi mette la vaniglia ma con il matcha sta meglio il limone)

40 g di farina

Iniziamo col preparare la crema pasticcera al matcha. Fate riscaldare il latte in un pentolino. Aggiungete la scorza di limone e lasciate riposare coperto per una quindicina di minuti.

Intanto sbattete i tuorli con lo zucchero e un cucchiaio abbondante di matcha.

Unite la farina e amalgamate il tutto.

Aggiungete il latte, mescolate e portate sul fuoco. Fate sobbollire per qualche minuto mescolando continuamente in modo che non si formino grumi.

Nel frattempo tagliate il pandoro in senso orizzontale. Cercate di fare delle fette sottili.

Farcite con la crema pasticcera al matcha e lasciate insaporire il tutto in frigorifero per un’ora. A questo punto la vostra millefoglie di pandoro con crema pasticcera al matcha è pronta per essere servita e gustata. Se volete abbinare un tè consiglio un tè verde profumato al limone.

Volete sapere qualcosa di più sul tè matcha e sulle ricette che si possono realizzare con questo particolare ingrediente? Allora leggete il post Tè matcha, proprietà e ricette del cacao verde

Per questo inverno vi propongo un  cocktail con il tè, fruttato, fresco, l’ideale per un aperitivo: la sangria invernale al tè. Per farlo bene ci vogliono un paio di giorni perché si deve insaporire e aromatizzare ma la ricetta è semplice…

Winter tea sangria

Sangria invernale al tè

(ingredienti per 8 persone)

2 cucchiai di tè verde profumato al limone

0,75 litri di spumante secco

1 litro di acqua

2 male golden mature

2 arance

1 pera williams matura

1 melograno

4 cucchiai di zucchero

Per realizzare una sangria invernale al tè prendete una caraffa capiente. Posizionate le foglie di in un infusore e mettetelo in una caraffa. Unite 1 litro di acqua minerale naturale a temperatura ambiente o fredda e una bottiglia di spumante.

A questo punto inserite i pezzi di frutta. Potete lasciare la buccia o meno a vostro piacere ma lavate bene mele, pera e arance e tagliate tutto a tocchetti. Sgranate il melograno e aggiungete i chicchi (a capodanno portato pure bene…). Non resta che aggiungere lo zucchero e lasciare la caraffa con la nostra sangria in frigorifero per almeno 24 ore, ma anche 48 ore. L’infusione a freddo del tè permette al nostro cocktail di rimanere profumato, ma non amaro al contrario di ciò che avviene un infusione a caldo. Al momento della cena, servite la sangria invernale al tè con o senza frutta. Se lasciate i pezzetti di frutta date la possibilità agli ospiti di poterla prendere con un cucchiaino o uno spiedino. Cin cin 🙂 A noi è piaciuto questo cocktail… sangria invernale al tè

Un giorno a Natale… che bello!! Ecco un cocktail firmato Kusmi Tea perfetto per queste feste!!!

Kusmi-st-petersburg

Piscinè Kusmi
2 cl di sciroppo di tè Kusmi Saint‐Pétersbourg
70 cl di sciroppo di zucchero
4 cl di succo di fragola Granini
Champagne
Ghiaccio

Per realizzare il cocktail delle feste, il Piscinè Kusmi, preparate per prima cosa lo sciroppo lasciando in infusione il tè Kusmi Saint‐Pétersbourg per 7 giorni al buio. Ci vogliono 7cc di in 70 cl di sciroppo di zucchero.
Versate poi in un bicchiere da vino gli ingredienti. Attenzione: è importante rispettare l’odine degli ingredienti quando si vanno a versare nel bicchiere e non usare la flûte dello champagne, ma un bicchiere da vino.

Ed ecco qua il vostro Piscinè Kusmi… pronti a brindare in queste feste?! 😉

Manca solo una settimana a Natale… incredibile, no? Non so a voi ma a me non sembra ancora vero, presa da mille cose e mille pensieri non mi sono goduta per niente l’atmosfera natalizia 🙁 Vabbè, andrà meglio l’anno prossimo 🙂
Intanto godiamoci questa torta che ho pensato proprio in occasione di una cena di Natale, la prima che ho organizzato nella mia casetta “nuova”.

Torta di Natale

3 mele Golden mature;

200 g di farina;

100 g di fecola di patate;

200 g di zucchero;

2 uova;

una fialetta di essenza di limone;

20 g di cannella;

due cucchiaini di cardamomo;

due cucchiaini di zenzero grattugiato;

mezzo bicchiere di rhum;

due manciate di uvetta;

due bicchieri di latte;

una bustina di lievito

Mettete a bagno nel rhum l’uvetta per una paio d’ore.

Sbucciate e tagliate a dadini le mele. Copritele di zucchero, cannella, zenzero e cardamomo. Mescolate.

In una ciotola, unite farina, fecola di patate e uova. Aggiungete le mele “spezziate” e il latte e amalgamate il tutto. Se necessario per avere un composto uniforme e morbido aumentate la quantità di latte. Versate la bustina di lievito e l’uvetta (senza rhum!). Mescolate di nuovo.

Unite l’essenza di limone e amalgamate.

Versate l’impasto in una tortiera precedentemente imburrata e infarinata (o ricoperta da carta da forno) e infornate a 180° C per 50 minuti circa.

Una volta raffreddata decorate a piacere con zucchero a velo o con i colori alimentari. Per degustarla al meglio vi consiglio un tè di Natale speziato o un chai tea.

Questo è un periodo di feste e cene e qualche ricetta per un aperitivo un po’ diverso fa sempre comodo. Per questo ho pensato e sperimentato questo cocktail… spero vi piaccia 🙂

Cocktail al tè nero e vodka

500 ml di acqua minerale naturale;

1 cucchiaio di tè nero aromatizzato all’arancia;

2 cucchiai di zucchero;

100 ml di ginger ale;

50 ml di vodka alla fragola;

mezza arancia;

ghiaccio

Preparate il tè mettendo in infusione le foglie in acqua calda per una decina di minuti. Filtrate, zuccherate e lasciate raffreddare.

Aggiungete in una caraffa la vodka e la ginger ale. Unite il tè e mescolate con qualche cubetto di ghiaccio (sarebbe meglio usare lo shaker).

Tagliate mezza arancia a fettine sottili e aggiungete al cocktail. Tenete in frigo per un paio d’ore poi servite. Potete decorare ogni bicchiere con una fetta della restante mezza arancia. Cin cin 🙂

Da tempo volevo fare i biscotti e questa settimana finalmente sono riuscita nel mio intento. Era una vita che non mettevo le mani in pasta in questo modo 🙂 Bellissimo!!!

Omini di biscotto

300 g di farina;

50 g di burro;

4 cucchiai di zucchero;

1 uovo;

1 tuorlo;

1 arancia;

1 bustina di lievito;

1 bustina di vanillina;

latte

Fate ammorbidire il burro. Unitelo alla farina, allo zucchero, a un uovo intero e un tuorlo. Amalgamate. Aggiungete del latte se l’impasto rimane duro. Io ho usato circa mezzo bicchiere.

Aggiungete la vanillina, il lievito e la scorza di un’arancia. Amalgamate a mano, formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e tenete per mezz’ora in frigo.

Trascorso il tempo previsto, riportate l’impasto a temperatura ambiente e dopo un paio di minuti stende il tutto con l’aiuto di un matterello. La pasta è meglio se ha uno spessore inferiore a un centimetro.

Fate i biscotti usando gli stampi a forma di omino (si trovano facilmente in questo periodo natalizio). Trasportate il tutto su un teglia ricoperta da carta da forno e infornate a 180° C per mezz’ora circa.

Una volta freddi, se volete, potete decorare con colori alimentari come ho fatto io. Ci si diverte 🙂

Questi biscotti sono ottimi soprattutto con i tè neri.

 

Reduci dal pranzo di Natale? La mia proposta è un po’ pesantuccia ma è un must per questo periodo di feste.

Pandoro caramellato

un pandoro;

250 g di cioccolato fondente;

4 arance;

200 g di zucchero

brandy

Tagliate il pandoro a fette orizzontali, alte un paio di centimetri.

Sbucciate le arance e tagliate a striscioline. Mettete lo zucchero in un pentolino, aggiungete un cucchiaio d’acqua e ponete sul fuoco a fiamma bassa. Quando il composto è diventato di un bel colore dorato, versate un goccio di brandy. Mescolate e aggiungete le striscioline d’arancia. Lasciate cuocere e caramellare per un’ora e mezzo a fuoco molto basso.

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente.

Spalmate ogni fetta di pandoro di cioccolato e arance caramellate.

Infine ricomponete il pandoro così farcito o createvi voi una composizione a piacere… buon divertimento 🙂

Per digerire il tutto propongo un Gunpowder: è leggero e secondo me il tè verde è fantastico con la cioccolata fondente.. provare per credere 🙂

La ricetta di oggi è sicuramente una ricetta d’autore.

Due grandi chef italiani, Davide Oldani e Carlo Cracco, hanno da poco pubblicato il libro Panettone a due voci, un progetto di rinnovo della tradizione con la collaborazione della storica azienda Tre Marie e il patrocinio dell’assessorato alle Attività produttive, eventi, moda e design del comune di Milano. Nel volume trovate 10 ricette di Oldani e 10 di Cracco. Due percorsi originali che spaziano dal dolce al salato, arricchiti da interviste e ricordi di quelli che vengono deifiniti i due ambasciatori della cucina made in Italy.

Davide Oldani ha offerto a Five O clock questa sua proposta :

Bruschetta di panettone caramellato,crema di vaniglia, topinambur, sorbetto di arancia e santoreggia

Per la bruschetta:
4 tranci di panettone (5cm di lato e alti 2 cm)
20g zucchero

Per la crema vaniglia
500 g latte
6 tuorli
100 g zucchero
½ stecca di vaniglia

Per il sorbetto di arancia
500 g succo arancia
75 g glucosio
50 zucchero
1 cucchiaio di pectina

Per la finitura
Poca santoreggia fresca
200 g topinambur
zucchero
burro

Per la bruschetta, in una padella, fate caramellare lo zucchero unire i tranci di panettone. Fate colorare tutti i lati; togliete dal fuoco e disponete su una placca con della carta da forno.

Per la crema alla vaniglia, in una pentola portate il latte a ebollizione con la stecca di vaniglia. In una bacinella, sbattete, con l’aiuto di una frusta, i tuorli con lo zucchero, unite il latte e filtrate al colino fine. Disponete il composto in un’altra casseruola e cuocere a 82° C mescolando continuamente con un cucchiaio. Filtrate di nuovo al colino fine e fate freddare.

Per il sorbetto, in una casseruola portate il succo d’arancia con lo zucchero e il glucosio a bollore. Unite la pectina; filtrare e fate freddare.
Dispoete il composto ben freddo nella gelatiera e mantecate.

Per la finitura, pelate i topinambur e, con l’aiuto di uno scavino, formate delle sfere. In una padella fate sciogliere del burro con lo zucchero e fate caramellare. Unire i topinambur e fate colorare. A cottura ultimata, togliete dal fuoco e fate freddare.
In un bicchiere da portata disporre la crema vaniglia con la santoreggia, a parte la bruschetta con sopra i topinambur il sorbetto.

Oldani ci consiglia di gustare questo dolce in compagnia di una bella tazza di oolong agli agrumi con chiodo di garofano 🙂

Ecco un’altra gustosa ricetta per il vostro Natale:

Gingerbread    

ovvero biscotti di pan di zenzero

350 g di farina;

150 g di burro;

150 g di zucchero;

200 g di zucchero a velo;

150 g di miele;

2 uova;

2 cucchiai di cannella, chiodi garofano, noce moscata, zenzero in polvere;

sale;

bicarbonato

Accendete il forno a 180° C. Sbattetete il burro con lo zucchero finchè non diventa cremoso. Aggiungete la farina, le spezie, il miele, un pizzico di sale, un uvo e un cucchiaino di bicarbonato. Impastate e avvolgete il tutto in una pellicola trasparente.Mettete in fri; dopo tre ore stendete l’impasto e ricavate dei biscotti a forma di omino. Mettetele in una teglia e infornate per 10 – 15 minuti. Intanto, montate a neve l’albume di un uovo  con lo zucchero a velo. Con questa glassa, decorate i biscotti non appena sfornati.

Quando adoro questo periodo… le lucine, gli addobbi, i regali, i bigliettini, la neve… ecco visto le temperature direi che la cosa migliore per prepararsi al Natale è stare in casa con una bella tazza di tè e preparare dei biscotti 🙂

Pepparkakor

biscottini svedesi di Natale

300 g di farina;

150 g burro;

150 g zucchero;

70 ml sciroppo di granoturco o di melassa;

1 cucchiaino di zenzero in polvere;

1 cucchiaino di cardamomo in polvere;

1 cucchiaio di cannella in polvere;

1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere;

100 ml panna;

1 cucchiaino di bicarbonato

Montate il burro a neve con lo zucchero, lo sciroppo di granoturco e le spezie. Aggiungete la panna anch’essa montata. Mescolate il bicarbonato a metà della farina e aggiungerlo al resto. Poco a poco, aggiungete la farina rimasta. Impastate fino a ottenere una pasta liscia. Mettete in un recipiente, coprire e collocare nel frigo per una notte.

La mattina seguente, accendete il forno a 200°C. Stendete il composto con un mattarello e s tampate delle formine (possibilmente natalizie). Infornate per 6-8 minuti o fino a che siano di un bel marrone scuro.

In Svezia si servono all’ora del tè con il Glogg, un vino caldo speziato. Io li consiglio “pucciati” in una mega tazza di chai tea 😛

Quando adoro questo periodo… le lucine, gli addobbi, i regali, i bigliettini, la neve… ecco visto le temperature direi che la cosa migliore per prepararsi al Natale è stare in casa con una bella tazza di tè e preparare dei biscotti 🙂

La ricetta dei biscotti PepparkakorPepparkakor

biscottini svedesi di Natale

300 g di farina

150 g burro

150 g zucchero

70 ml sciroppo di granoturco o di melassa

1 cucchiaino di zenzero in polvere

1 cucchiaino di cardamomo in polvere

1 cucchiaio di cannella in polvere

1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere

100 ml panna

1 cucchiaino di bicarbonato

Montate il burro a neve con lo zucchero, lo sciroppo di granoturco e le spezie. Aggiungete la panna anch’essa montata. Mescolate il bicarbonato a metà della farina e aggiungerlo al resto. Poco a poco, aggiungete la farina rimasta. Impastate fino a ottenere una pasta liscia. Mettete in un recipiente, coprire e collocare nel frigo per una notte.

La mattina seguente, accendete il forno a 200° C. Stendete il composto con un mattarello e e create i biscotti con gli appositi stampi (possibilmente natalizi). Infornate per 6-8 minuti o fino a che siano di un bel marrone scuro.

In Svezia si servono all’ora del tè con il Glogg, un vino caldo speziato. Io li consiglio in una tazza di tè nero.

Se vi piacciono le ricette svedesi provate anche il tortino di patate e aringa

Visto il periodo vi propongo i miei abbinamenti migliori con il dolce di Natale per eccellenza: il panettone!

Essendo un dolce abbastanza ricco e non proprio leggerissimo, ci vuole qualcosa di leggero e fresco. Ottime le tisane a base di lime o limone. Meglio evitare, invece, le spezie, anche lo zenzero perché rischiano di coprire il sapore del panettone. Stesso discorso per i frutti.

Per i tè consigliol’Earl Grey che, con il suo aroma al bergamotto, dà un tocco davvero piacevole. Accetabili anche classici come English Breakfast, Assam, Ceylon. Come per gli infusi, meglio lasciare al prossimo “Five O cloCk Tea” gli aromatizzati.

Cosa ne dite?