Cheese Tea, che sapore ha il tè al formaggio?

Che cosa è il cheese tea e che sapore ha?

Avete mai sentito parlare di Cheese Tea? Si tratta di un tè ricoperto di una crema al formaggio che per certi versi può ricordare il dolce americano cheesecake. Sembra che sia l’ultima tendenza in Asia per quanto riguarda il tè. Tutto è nato nel 2010 a Taiwan, patria, tra l’altro, del Bubble Tea (una bevanda a base di tè, succo di frutta e perle di tapioca di cui ho accennato qui). Da Taiwan, la pittoresca moda si è diffusa in Cina (in mandarino lo chiamano zhī shì chá), Singapore, Hong Kong, New York, Los Angeles, per poi arrivare in Europa.

Si può trovare anche in Italia?

Probabilmente questa domanda vi frulla in testa da quando avete letto il titolo dell’articolo… bene, preparatevi perché la risposta è sì. Grazie alla mia collega Chiara ho scoperto che nella zona di Chinatown a Milano il Cheese Tea c’è. Potevo non provarlo? Naturalmente no e così una mattina sono partita in esplorazione.

Ho trovato il Cheese Tea al caffè del Chateau Dufan di via Paolo Sarpi, angolo Piazzale Baiamonti. Costo: 4.50 euro. So che questo locale è famoso per il Bubble Tea ma, evidentemente, non solo… hanno due versioni di Cheese Tea, una con gli Oreo e una con i cookies. Ho scelto la seconda e, mentre me lo preparavano, ho chiesto qualche informazione per voi.

Come si prepara il Cheese Tea?

Al Chateau Dufan la base è sempre un Earl Grey, il classico tè al bergamotto che, tra l’altro, adoro. Il tè si può avere sia caldo che freddo. A questo viene aggiunto del latte liofilizzato. Il bicchiere viene riempito per 3/4 di tè e l’ultima parte è il cheese ovvero ricotta montata con la panna. Tocco finale: cookies sbriciolati per dare un po’ di croccantezza al tutto.

L’originale ricetta di Taiwan prevedeva formaggio in polvere ma sempre più spesso nel mondo ho letto che si punta a ricercare formaggi veri e propri, a volte legati a produzioni locali. Insomma, spazio alla fantasia! In Italia credo che la ricotta sia una scelta particolarmente azzeccata (anche se non è un formaggio come avevo spiegato tempo fa su Agrodolce.it). Pensate a quanti dolci a base di ricotta ci sono nella nostra tradizione…

Che sapore ha?

Qualsiasi formaggio venga usato, viene lavorato fino a renderlo schiumoso come se fosse panna montata quindi, alla fine, molti lo descrivono semplicemente come un frappè al tè, un tè freddo con panna montata o qualcosa di simile a un cheesecake.

Che cosa ne penso io? Bè, sono d’accordo con chi dice che la parte dedicata al formaggio ricorda tantissimo la panna montata. La scelta del bergamotto secondo me è ottima perché dà un po’ di freschezza e aromaticità al tutto. In più il tè in generale ha questa capacità straordinaria di pulire la bocca e quindi, tutto sommato, la ricotta con la panna va giù piacevolmente. L’unica cosa che non mi è davvero piaciuto è stato il fatto che il tè era già zuccherato e per i miei gusti era troppo troppo dolce. Panna (o qualcosa di simile sopra), super dolcezza sotto… ammetto di non essere arrivata alla fine del mio primo cheese tea.

Per il resto, un’esperienza da ripetere? Perché no. Sono sempre aperta alle novità e sarei curiosa di provare altre interpretazioni visto che ognuno nel mondo sembra che stia creando la propria ricetta di tè al formaggio. Certo una tazza di buon tè è tutto un altro film però è curioso vedere come questa bevanda millenaria venga interpretata in modo diverso in differenti momenti storici e in diversi paesi.

Foto: ©Five O' clock
Fonti: cntraveler.com; independent.co.uk; agrodolce.it; popsugar.com; marshable.com
Non mi sono stati offerti compensi in cambio della citazione dei prodotti o dei locali presenti.

Condividi...

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares