Camellia Sinensis, la pianta del tè

Camellia Sinensis Lo sapevate che la pianta del tè è un sempreverde? Il nome scientifico è “Camellia Sinensis” e può diventare alta come un albero. I fiori sono bianchi e hanno un profumo simile a quello del gelsomino.

Le foglie sono la parte più preziosa e possono avere varie forme a seconda della qualità della pianta. Si raccolgono durante tutto l’anno insieme ai germogli, chiamati “pekoe” ma in primavera il prodotto è migliore. Ancora oggi si seguono tecniche tradizionali e sono le donne a occuparsene.

La lavorazione, invece, con l’industrializzazione è cambiata tantissimo. Ora le fabbriche, grazie alle nuove tecnologie, possono lavorare le foglie ancora fresche. Queste vengono messe su lastre speciali per farle essiccare. Vengono poi arrotolate e chiuse in una stanza per la cottura ad aria calda. Durante questo procedimento, il peso si riduce tantissimo. Per ottenere un chilo di tè, servono ben quattro chili di foglie.

Finita la fase di lavorazione, il tè viene messo in casse di legno che permettono di mantenere l’aroma. Dall’Asia, le casse arrivano sulle tavole di tutti i Paesi del Mondo.

Condividi...

Commenti: 19

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares