Tea trends, l'hojicha in polvere è il nuovo matcha?

L'hojicha in polvere è un tè pratico, dal sapore di cacao, perfetto per la pasticceria

Da qualche tempo il matcha non è l’unica polvere di tè presente sul mercato internazionale. Dal Giappone infatti è arrivato, anche in Italia, l’hojicha, il tè verde giapponese tostato. Ve ne avevo parlato quando vi ho proposto la ricetta dell’hojicha latte, una sorta di cappuccino preparato in modo pratico e veloce grazie a queste foglie di tè macinate. Se volete saperne di più potete approfondire qui


Torno a parlarvene perché, grazie al seminario sulla pasticceria giapponese organizzato da Jetro Milano in occasione di Identità Golose 2019, ho scoperto che questo tè è una delle ultime tendenze in Giappone. E non solo lì. Lo chef Takashi Ochiai dell’omonima pasticceria di Barcellona nel suo laboratorio crea da tempo dolci a base dii hojicha, dal pan di spagna al tiramisù, dal gelato alle ganache, fino alla pannacotta, che serve con yôkan e panna montata. Ha spiegato che i consumatori sono sempre più attenti al tema della salute e il tè, considerato un ingrediente salutare, è molto richiesto.

La pasticceria yohashi dello chef Takashi Ochiai al tè
Le proposte dello chef Takashi Ochiai: dalla sinistra, goccia d’acqua; pannacotta all’hojicha; ganache all’hojicha, castella al matcha; hojicha latte

Per la pannacotta “inizialmente usavo l’hojicha in foglie infuso nel latte – ha spiegato il pastry chef – ma questa soluzione è più comoda e il risultato finale migliore”. La polvere permette infatti un uso più immediato e pratico, non solo nella preparazione come bevanda (come vi avevo accennato in occasione del World Tea Expo, dove ho visto per la prima volta l’hojicha in polvere) ma anche nel suo uso culinario. Una notizia interessante per cuochi e pasticceri, ma anche per bartender e proprietari di bar, che vogliono ampliare l’offerta ma senza complicarsi troppo la vita.

Sapore dell’hojicha in polvere

È comprensibile il successo dell’hojicha non solo per la praticità ma anche per il suo sapore. Ho sempre considerato poco questo tè perché ero abituata ad assaggiare prodotti che avevano una nota marina troppo accentuata per i miei gusti. Tutte le proposte in polvere che ho assaggiato finora però sono sempre state delle piacevoli scoperte. Le note che prevalgono sono quelle del cacao e della frutta secca, in particolare nocciole. Al palato si presenta morbido, dolce, per niente astringente. Immaginate un caffè d’orzo, ma molto più saporito e avvolgente.

L'hojicha il polvere ricorda il caffè d'orzo ma è più saporito e aromatico

Un sapore che lega bene con quello del latte sia nelle bevande che nelle preparazioni dolci, come abbiamo visto.

Perché tanto successo?

La praticità e il gusto sono sicuramente due elementi importanti alla base della popolarità dell’hojicha in polvere. Certo, il colore è meno invitante di quello verde brillante del matcha, ma il tè tostato ha un’altra interessante caratteristica. A differenza del matcha, l’hojicha è infatti povero di teina. Questo grazie al processo di tostatura che riduce la teina e le catechine, responsabili del sapore amaro del tè. Può essere quindi assaggiato da chiunque, bambini compresi.

Non da ultimo, è un prodotto altamente versatile. Oltre agli usi proposti dallo chef Ochiai, con l’hojicha in polvere si possono preparare marmellate, caramelle, sciroppi, tavolette di cioccolato,… spazio alla fantasia!

Tornando al discorso della praticità, esiste un “hojicha espresso”, macinato in modo da poter essere adatto alla classiche macchine da espresso. Potremmo definirlo un evoluzione di quello che aveva sperimentato la nostra amica Anna di The Tea Squirrel qualche anno fa mettendo le foglie di hojicha nella moka.

Dove si acquista questo tè?

In Italia non è difficilissimo ormai trovare l’hojicha, anche in versione in polvere. Potete chiedere al vostro negozio di tè di fiducia o su siti specializzati in vendita online di tè. Per qualsiasi problema, scrivetemi!


L’hojicha espresso è un prodotto di Oriental, alimentare dedicato a prodotti giapponesi, cinesi e coreani a Milano.


Pannacotta all’hojicha

Se volete provare a preparare la pannacotta con il tè hojicha, al seminario di Jetro Milano lo chef Ochiai ci ha lasciato gli ingredienti della sua ricetta:

10 g di hojicha in polvere

9 g di polvere di kanten (simile agar agar)

500 g di latte

200 g di panna liquida

188 g di zucchero

Lo chef Takashi Ochiai propone la pannacotta all'hojicha

 

Foto: Carlotta Mariani per Five o' clock (marzo - aprile 2019)

Fonte: seminario Jetro Milano durante Identità Golose 2019

Non mi sono stati offerti oggetti o compensi per citare le aziende, gli eventi o i personaggi menzionati nell’articolo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *