Come preparare il tè in 5 passaggi

Imparate a preparare il tè con questa semplice guida

Pensate che preparare il tè sia un’operazione troppo difficile per voi? Assolutamente no e ve lo dimostriamo in questi cinque passaggi. Carlotta aveva già parlato dei trucchi per fare correttamente il tè. Io invece vi spiegherò ogni singola fase, vi seguirò passo dopo passo così che possiate diventare dei veri professionisti in pochi minuti.


Sì perché bastano pochi minuti per preparare un’ottima tazza di tè, pochi accessori, poche indicazioni ma tanta voglia di godersi un splendido momento con se stessi o con gli altri.

Siete pronti per iniziare? Scopriamo allora gli ingredienti di questa ricetta: che cosa serve per preparare il tè?

Che cosa serve

Come abbiamo detto, bastano pochi strumenti. Una volta che questa preparazione sarà parte della vostra vita quotidiana potrete poi sbizzarrirvi con le tazze e le teiere dalle forme più strane e originali, con accessori sofisticati (per esempio la Gaiwan cinese) o magari con splendidi ricordi di viaggio.

Per iniziare gli ingredienti sono:

  • acqua (meglio se minerale naturale a basso residuo fisso e pH neutro)
  • termometro (specifico per il tè) oppure un bollitore con le temperature o ancora seguite i trucchi di Carlotta qui. Ricordate che ci sono tipi di tè più sensibili alle temperature, come il tè verde, altri meno. Potete iniziare da un classico tè nero oppure da un tè oolong
  • timer (vanno bene anche orologi, clessidre, app, battiti cardiaci… per saperne di più cliccate qui)
  • bollitore o un pentolino
  • teiera con filtro o infusore nel caso vogliate usare un tè in foglia
  • la vostra tazza preferita
  • last but not least… Sua Maestà, il tè!

Preparare il tè: passaggi

Vediamo ora, passo dopo passo, come si prepara il tè. Seguite le nostre indicazioni e lasciatevi aiutare dalle immagini. Per qualsiasi dubbio, scriveteci le vostre domande nei commenti e vi risponderemo il prima possibile.

Primo passaggio: l’acqua

Riempite il vostro bollitore o il vostro pentolino di acqua. Meglio se si tratta di acqua minerale naturale o di acqua microfiltrata. Sconsigliata invece l’acqua del rubinetto o quella distillata.

Per calcore la quantità giusta potete usare la vostra tazza come misurino. Se dovete preparare il tè per più persone vi basterà versare tante tazze quanti sono i vostri ospiti.

Per preparare il tè bisogna scaldare l'acqua

Secondo passaggio: la temperatura

A questo punto sarebbe semplice dirvi: “portate l’acqua a ebollizione”. Ma non è così. Come molti di voi già sapranno, ogni tè ha la sua temperatura ideale. L’eccessivo calore dell’acqua rischierebbe di alterarne il gusto. Cosa che un bongustaio del tè non vorrebbe accadesse mai!

Vi abbiamo spaventato? Ricordatevi che di solito i tè hanno un buon grado di tolleranza. L’unico che non ammette errori è il tè verde e ve ne accorgete subito perché la vostra bevanda diventerà subito amara e allappante.


Ricordiamo le temperature consigliate:

tè bianchi: 80 – 85° C
tè gialli: 80 – 85° C
tè verdi cinesi: 80 – 85° C
tè verdi giapponesi: 70 – 75° C
tè oolong: 85 – 95° C
tè neri (ossidati): 85 – 95° C
tè fermentati: 90 – 95° C


Se non avete un termometro o un bollittore con le temperature potete considerare che la temperature di 80 – 85° C corrisponde al primo bollore, alle prime bollicine che si formano sulla superficie del pentolino o del bollitore.

Il termometro per il tè è uno strumento utile per preparare il tè

Terzo passaggio: la quantità

Mentre l’acqua si scalda, preparate il vostro tè. Se decidete di usare tè in foglie, riponetene nell’infusore una quantità in proporzione al numero di tazze da preparare (all’incirca un cucchiaio per tazza che corrisponde a 2 – 2,5 grammi). Oppure, se optate per il tè in bustina, posizionatene una per ogni tazza.

Una volta che l’acqua è pronta, versatela direttamente sulle foglie o sulla bustina e non il contrario.

Quanto tè serve per preparare il tè

Quarto passaggio: l’infusione

Non è possibile stabilire un tempo a priori per l’infusione di un tè, anche perché varia per tipo, per gusto personale, per cultura,… ma anche perché il tempo del tè è un tempo fatto di attimi, gli attimi del cuore di chi lo prepara e di chi lo berrà.

È però vero che per ogni tipologia di tè ci sono dei tempi di infusione consigliati. Poi sta al nostro sentire capire quando è il momento giusto di togliere quella bustina o quell’infusore dalla tazza o dalla teiera. È un odore, è un gusto, è un calore, è un colore: è l’insieme di queste caratteristiche a dire “Adesso, è ora!”.

In generale i tempi consigliati (riportati anche sulle confezioni) sono:

tè bianchi: 3 – 4 minuti
tè gialli: 2 – 3 minuti
tè verdi cinesi: 3 minuti
tè verdi giapponesi: 2,30 – 3 minuti
tè oolong: 3 – 4 minuti
tè neri (ossidati): 3 – 4 minuti
tè fermentati: 3 – 4 minuti

Quanto tempo serve per preparare il tè

Quinto passaggio: DO NOT DISTURB

Trascorso il tempo necessario non vi resterà che filtrare il tè eliminando l’infusore e la bustina. Se volete potete aggiungere zucchero, miele, limone, latte,… ma il nostro consiglio è sempre quello di provare ad assaggiarlo al naturale. Se avete seguito tutti i passaggi per preparare il tè, avrete di fronte un’ottima bevanda.

Godetevi questo momento. Il mondo può restare fuori perché ora sto bevendo il mio tè…


Preparare il tè è facile e veloce. Scoprite qualche trucco

Commenti

  • RAFFAELLA

    Ti leggo sempre, complimenti….
    Ho difficoltà a dosare il te oolong…
    Dato che,ovviamente,le foglie hanno un volume maggiore….

    Come regolarsi?
    Grazie!!!

  • Ciao Raffaella!
    Bellissima domanda… in commercio esistono delle piccole bilancine per pesare il tè. In generale, se si tratta di un tè oolong arrotolato stretto (come delle palline) io uso 1 e 1/2 cucchiaino da caffè per tazza. Se invece le foglie sono più allungate e grandi consiglio 2 cucchiai da minestra.
    Se hai altri dubbi scrivimi pure, potremmo fare una prova con un video. Intanto buon tè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *