Tè affumicato cinese: Lapsang Souchong

Il Lapsang Souchong è un famoso tè nero affumicato proveniente dal Fujian

Avete mai sentito parlare di tè affumicato? Se seguite questo blog forse sì è uno dei miei ingredienti preferiti quando si parla di cucinare con il tè. In questo caso sto parlando di uno specifico tè affumicato di origine cinese: il Lapsang Souchong. Le sue note aromatiche di legno sono decisamente interessanti per dare un profumo diverso al risotto, a i grissini, all’hummus, ecc.

Non a tutti piace berlo in purezza ma è sicuramente un tè da conoscere. Secondo me è poi una carta da sfruttare per stupire i non amanti del tè.

Attenzione: il Lapsang Souchong non è l’unico tè affumicato. Ho assaggiato altri tè affumicati, anche in California, è ognuno è diverso. Probabilmente però è il più famoso in Occidente quindi un ottimo punto di partenza per il nostro viaggio nel mondo del tè…

Il tè Lapsang Souchong è un ottimo ingrediente per la ricetta di un risotto aromatico

Come si prepara

Se volete bere il Lapsang Souchong in purezza ecco i consigli per una corretta preparazione:

Quantità: 2.5 – 3 g per tazza (ovvero un cucchiaio da minestra scarso per circa 200 ml di acqua)
Temperatura: acqua a 95° C
Tempo di infusione: 3 minuti

Si può preparare con la Gaiwan e fare l’infusione orientale? Sì anche se è un tè che forse non si presta bene alle infusioni ripetute anche per una questione pratica: le foglie piccole sono più difficili da gestire con la Gaiwan. Se volete comunque provare vi consiglio:

Quantità: 5-3 g per Gaiwan (dipende dalla dimensione)
Temperatura: acqua a 95° C
Tempo di infusione: 1 minuto. Si possono ottenere in questo modo fino a 3 infusioni con le stesse foglie.

Che cos’è il Lapsang Souchong

Il Lapsang Souchong è un tè completamente ossidato, quello che noi chiameremmo un tè nero per intenderci (trovate la spiegazione tra tè nero e tè rosso qui). È conosciuto in Cina anche con il nome di  Zheng Shan Xiao Zhong dal nome della sotto varietà di Camellia Sinensis a foglie piccole che dà origine a questo tè. Nel sistema di gradazione britannico si parla di Souchong per indicare un tè di bassa qualità (quarta scelta) perché realizzato con le foglie più basse e con meno valore.

Il tè affumicato più conosciuto è il Lapsang Souchong

Come spiega bene la tea blogger Tea For Me Please, questo fatto è dovuto a un problema di traslitterazioneXiao Zhong (o souchong) è il nome di una sotto varietà botanica. Zheng Shan significa “montagna originaria” perché questa particolare cultivar di Camellia Sinensis è originaria di una specifica zona, quella dei monti Wuyi, nel Fujian. Il Fujian è una regione nel sud-est della Cina ben nota per altri tè come il tè bianco Bai Mudan e alcuni famosi oolong cinesi (Tue Guan Yin, Da Hong Pao,…).

Torniamo al Lapsang Souchong. La sua particolarità è che viene affumicato con legno di pino o cedro. Da qui deriva il suo profumo e il suo sapore inconfondibile. Ma come è nato questo tè?

La leggenda del Lapsang Shouchong

Si narra che durante la dinastia Qing (1644-1911) un esercito si accampò in una fabbrica di tè nel villaggio Tong Mu, tra le montagne Wuyi Shan. I lavori si fermarono e le foglie appena raccolte, che dovevano essere trattate per diventare tè verde, furono abbandonate al loro destino. Non appena i militari lasciarono la fabbrica, i lavoratori ripresero subito i lavori ma avevano perso molto tempo. Per portare subito il prodotto finito sul mercato, decisero di velocizzare il processo di essiccazione facendo bruciare dei rami di pino sotto le foglie. Credevano di aver rovinato il tè e invece sembra che i mercati olandesi se ne lo apprezzarono subito facendolo diventare famoso in tutto il mondo.

Della leggenda esistono tante versioni con piccole differenze. Quel che è certo è che oggi è un tè proposto in molti lussuosi afternoon tea di Londra. Del resto, come sottolinea la tea sommelier Linda Gaylard, era il tè preferito Winston Churchill

Abbinamenti tè – cibo

Potete bere il Lapsang Souchong in purezza in qualsiasi momento della giornata, magari accompagnandolo con uno scacco di cioccolato fondente. Provatelo durante una colazione o un brunch a base di uova e pancetta. Interessante poi l’abbinamento con le ricette speziate, con lo speck o il salmone affumicato.

Questo tè ha un sapore troppo aggressivo per voi? Avete un’ottima soluzione a portata di mano: cucinatelo!

Ricette con il Lapsang Souchong

Come vi accennavo all’inizio. Questo tè è un fantastico alleato in cucina. La più famosa ricetta con il Lapsang Souchon è sicuramente la carbonara (la cui preparazione viene fatta anche da famosi chef). Provatelo anche nei risotti, nelle creme di verdure oppure per aromatizzare pane o grissini.

Ecco le ricette che ho già provato per voi:

Hummus di ceci al Lapsang Souchong e melanzane grigliate

Risotto alla pancetta e tè affumicato Lapsang Souchong

Pane aromatizzato al Lapsang Souchong

Crema di carote e Lapsang Souchong

Grissini rustici al Lapsang Souchong

Tagliatelle di porro con Lapsang Souchong, panna e piselli

Taralli al tè Lapsang Souchong

Scaloppine ai funghi e tè Lapsang Souchong

Foto: ©Five O clock
Fonti: Tea a User’s Guida di Tony Gebely; Il piacere del tèTea Sommelier di Gabriella Lombardi e Fabio Petroni; teaformeplease.com; tuttocina.it; newworldencyclopedia.org; theteastylist.com

Condividi...

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares